Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

galeno | catalogo delle traduzioni latine
Menu di navigazione
home » Traduzioni » Dettagli

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


De plantis tradotto da Jacobus Albensis: De plantis

Traduzione dall'arabo di Jacobus Albensis

Traduzione completa

Data: 1282

Inc. testo: Inquid Iohannicius, Intendit Galienus in hoc libro rememorari quod agregavit de medicinis mirabilibus

Expl. testo: quod non revelent hunc librum nisi hiis qui sunt digni eo. Et sunt eius 46 species

Fonte: Thorndike 1963

Note
La traduzione fu fatta a Marsiglia, nel 1282, da Jacobus Albensis, lombardo, sulla base della precedente traduzione araba di Hunain ibn Ishaq (808-873), che aveva aggiunto un suo commento, e con l'aiuto dell'ebreo Abramo di Tortosa, che collaborò anche con l'altra traduzione del De plantis di Grumerus; cf. Thorndike 1963, che pubblica i capp. 32, 34, 40 e 44-46 di questa traduzione.


Manoscritti [mostra/nascondi dettagli]
  • Città del Vaticano, Biblioteca Apostolica Vaticana, Pal. lat. 1234, sec. XV inizi, ff. 253rA-256rB
    • Traduzione attribuita a Iacobus Albensis
    • Traduzione completa
    • Formula inizio: Incipit liber Galieni in simplicibus medicinis occultis que non fuerunt manifestate in libris suis nisi quodam nutu quas medicinas probavit sive expertus fuit Galienus expositus a Ioannitio filio Ysaac. Translatio Iacobi albensis de arabico in latinum interprete abraham Iudeo Tortuosensi
    • Formula fine: Explicit liber de simplicibus medicinis secretis Galieni translatus Marssilie a Iacobo Lombardo sub anno domini M° CC° lxxxii°
    • Inc.: Inquit Iohannitius, Intendit Galienus in libro rememoravi quid agregavit
    • Expl.: nisi hiis qui sunt digni eo. Et sunt eius 46 species cum velle dei cui sint gratie infinite
  • Città del Vaticano, Biblioteca Apostolica Vaticana, Vat. lat. 4422, sec. XIV prima metà, ff. Ir-VIIIr
    • Traduzione attribuita a Jacobus Albensis
    • Traduzione completa
    • Formula inizio: Translatio Jacobi Albensis de arabico in latinum interpretante Habraam Iudeo Tortuosiensi
    • Formula fine: -
    • Inc.: Inquid Iohannicius: intendit Galienus in hoc libro rememorari quod agregavit [sic] de medicinis mirabilibus (prol.); Prima earum inquit Galienus planta que nominatur haltelgeng (text.)
    • Expl.: et post alie species apponatur et fiat eletuarium [sic]
    • Note
      Al f. VIIr nel corso del testo: Translatus est liber iste Massilie a Jacobo Albensi sub anno Domini M°CC°LXXXII.


Saggi
  • [Thorndike 1963] nota


icona top