1513 (A3), Tertia impressio Galieni ... , Venezia: Bernardino Benali

Edizione completa


Curatore: Scipione Ferrari


Consistenza: 2 voll.; 2°


Contenuto: Opera omnia di Galeno.


Note
Non sono attualmente noti esemplari conservati della tertia impressio, che dovette essere curata da Scipione Ferrari (m. 1536) e stampata da Bernardino Benali, a Venezia, nel 1513.
L'esistenza dell'edizione è provata già da Pietro Antonio Rustico Piacentino, che presenta la propria come quarta impressio; inoltre, nel 1950 Loren Mackinney ne ritrovò un colofone nel vol. 2 della Giuntina del 1528 (f. 314r); infine, la lettera prefatoria firmata da Scipione Ferrari che presenta la tertio impressio compare nella Giuntina del 1522, che evidentemente la ristampa. Almeno fino al 1927 un esemplare era conservato alla Staatsbibliothek di Berlino, dove poté essere consultato da Karl Sudhoff, che lo descrisse in un articolo pubblicato in Janus; cf. Fortuna 2005.
La tertia impressio, in due volumi, non doveva presentare molte differenze rispetto alla seconda edizione di Galeno del 1502, in base a quanto afferma Ferrari nella lettera prefatoria che si legge nella Giuntina del 1522: aveva riferimenti più dettagliati nelle tavole di notabilia, oltre a correzioni difficili da valutare, forse poche ed esclusivamente stilistiche. Questa tertia impressio è poi ristampata nelle Giuntine del 1522 e del 1528.


Bibliografia


Autore della scheda: Raia, Savino e Fortuna (2023)